Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

TURRINI Odo Camillo



Odo Camillo Turrini nasce il 16 luglio 1954 in un piccolo borgo collocato sulle colline modenesi, Gombola di Polinago. Concluso il periodo di studi tecnici a Modena, entra subito in contatto con la realtà ceramica del territorio e ne fa il suo punto di riferimento, che, nel tempo, si trasforma in una vera e propria vocazione artistica personale. Il comprensorio sassolese è il fertile terreno che sviluppa in questo scultore le tecniche applicative e amanuensi, gli accorgimenti estetici e l’estro originale. Inizialmente socio imprenditore, poi professionista creativo all’interno di un’azienda in cui svolge mansioni direttive di sviluppo e progettazione di pezzi speciali con la tecnica del Terzo Fuoco, Turrini opera per molto tempo al fianco di numerosi maestri del settore e vive il suo lavoro come una sorta di continua ricerca. Questo il motivo che lo spinge, oltre dieci anni fa, a decidere di esternare la sua genialità e a sviluppare a tempo pieno la sua inclinazione all’arte e la sua evidente manualità. Sfruttando gli spazi del laboratorio creativo di Castellarano (Re), l’artista, spronato anche dal maestro Azeglio Babbini, inizia così a plasmare, anno dopo anno, una nuova figura di scultore, tradizionale e moderno al tempo stesso. Un percorso naturale, quanto inevitabile.
Le doti naturali di Turrini si affinano nel tempo, attraverso lo studio e l’esperienza. Diversi sono i contatti che l’autore ha con le più importanti scuole italiane di ceramica, tra le quali Faenza, Vietri, Caltagirone, Montelupo Fiorentino e Deruta. Gradualmente, dal connubio tra tecnica manuale ed espressività estetica, si sviluppa il suo stile, dapprima figurativo, poi, via via, più astratto.
Il 2004 è l’anno che vede lo scultore dare il via al suo percorso pubblico. Turrini inizia ad esporre le sue opere d’arte, partecipa a numerosi eventi pubblici e organizza personali e mostre collettive, dapprima in Emilia-Romagna, quindi in gallerie e sedi istituzionali collocate in Italia e non (Roma, Verona, Udine, Trento, Ferrara, Como, Firenze, Parma, San Marino).
A caratterizzare l’artista è la padronanza di diverse tecniche ceramiche: da quelle adoperanti colori sopra smalto fino all’antica e ricercata tecnica Raku, importata dal Giappone nel secolo scorso, attraverso la quale, grazie alla maestria di Turrini, al tipo di argilla utilizzato e all’elaborato processo di cottura e riduzione di ogni scultura, ciascun colore subisce variazioni cromatiche uniche e irripetibili, contribuendo a originare creazioni che lasciano meravigliato qualunque osservatore. In genere Turrini esegue pochi disegni, lavorando direttamente al bozzetto in creta: l’idea iniziale, l’intima immagine dal quale scaturisce ogni opera, infatti, prende vita dalle mani dello scultore in modo quasi immediato, istintivo. La terra, nella semplicità e nella povertà della propria essenza, diventa per Turrini il completamento di un passaggio artistico assai noto: il dialogo visibile nella materia trasformata; l’argilla, tra le sue dita, si anima di infinite possibilità, restituendo in modo tangibile frammenti del mondo che egli percepisce. L’interesse dell’autore è catturato dal profondo mistero della vita dell’uomo, nelle sue sofferenze e nelle sue trasformazioni ed evoluzioni.
Un concetto intimistico, più che materico, sta alla base del messaggio che Turrini riversa nella scultura, lasciando ogni interrogativo e ogni risposta alla parte più vera e profonda di noi stessi.

Personali:
Aprile 2016 – “L’eterna via del Samurai” – Museo Diocesano, Brescia
Ottobre 2015 – “La Musica nell’Arte” – San Gimignano (Si)
Luglio 2015 – “Il respiro della luce” – Como
Dicembre 2013 – “L’eterna via del Samurai” – Museo Stibbert, Firenze
Settembre-ottobre 2013 – “Percorsi di solitudine” – Villa Giacobazzi, Sassuolo (Mo)
Giugno 2013 – “Élite- Riflessi preziosi” – Galleria San Marino, Repubblica di San Marino
Settembre 2012 – “Oltre ogni elemento” – Rocca del Boiardo, Scandiano (Re)
Maggio 2011 – Personale presso Galleria d’arte Giorgio Ghelfi, Piazza delle Erbe, Verona
Ottobre 2010 – “Linguaggi musicali” – Galleria Vittoria, via Margutta, Roma
Settembre 2010 – “Santoor” – La Rocchetta, Castellarano (Re)
Giugno 2010 – Personale a Canali (Re)
Maggio-giugno 2010 – Personale presso Palazzo Dalla Rosa Prati, Piazza Duomo, Parma
Aprile 2010 – Personale presso PaggeriArte, Piazzale della Rosa, Sassuolo (Mo)
Dicembre 2009 – “Ode alla speranza” – Galleria d’arte Casartelli, Modena
Dicembre 2008 – “Riflessi di Vanità” – La Rocchetta, Castellarano (Re)
Giugno 2007 – “Il Teatro della Vita” – Galleria Jacopo Cavedoni, Sassuolo (Mo)
Settembre 2006 – “Frammenti di Luce” – Sala consigliare, Casalgrande (Re)
Dicembre 2004 – “Forme di Arte Ceramica” – La Rocchetta, Castellarano (Re)

Collettive:
Ottobre 2015 – “Di colore e d’acqua” - Revere (Mn)
Maggio 2015 – “Festival delle Arti” - Ferrara
Marzo 2015 – “Affordable Art Fair” – Milano
Dicembre 2014 – “Face’Arts” – Kurhaus, Merano (Bz)
Settembre 2014 – “...se il colore prende forma” – Françoise Calcagno Art Studio, Venezia
Dicembre 2013 – “Valori di continuità” – Galleria Mentana, Firenze
Novembre 2013 – Mostra presso Galleria d’arte Atena, Como
Marzo 2013 – “La magica argilla prende forma” – Galleria Spazio d’Arte L’Altrove, Ferrara
Agosto 2009 – “Art nocturne Knocke” – Centro culturale Scharpoord, Konkke, Belgio
Maggio 2009 – “Un museo nelle vetrine” – Modena
Luglio 2007 – Mostra presso Casa degli Artisti di Tenno (Tn)
Aprile 2007 – Mostra presso Castello di Spezzano, Fiorano Modenese (Mo)
Dicembre 2006 – Mostra presso Galleria Artemisia di Mortegliano (Ud)


Sito web: www.odocamilloturrini.it


2.JPG
 Ingrandisci

Arlecchino
3.JPG
 Ingrandisci

Aspettando il cielo (3)
4.jpg
 Ingrandisci

Ballerine
5.JPG
Ingrandisci

Bucefalo - Serie `Horses`
6.jpg
 Ingrandisci

Ebal - Serie `Guerrieri di Luce`
7.JPG
 Ingrandisci

Il tuo bene - Serie `Gli Abbracci`
8.JPG
Ingrandisci

La pesantezza dei sogni
9.JPG
 Ingrandisci

Oda Nobunaga - Serie `L`eterna via del Samurai`
10.jpg
 Ingrandisci

Percorsi di solitudine 3 - Particolare
11.JPG
Ingrandisci

The Mother - Serie `Forme celesti`
12.jpg
 Ingrandisci

Odo Camillo Turrini

© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano