Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

CRIPPA Roberto



Roberto Crippa (Monza, 7 maggio 1921 – Bresso, 19 marzo 1972). Comincia a dipingere nel 1945 in stile figurativo con influenze cubiste vicine a Picasso. Successivamente aderisce al movimento spazialista con Lucio Fontana, Sergio Dangelo, e Cesare Peverelli. Diplomatosi nel 1947 all’Accademia di Brera, dove incontra Carlo Carrà e Achille Funi, partecipa l’anno successivo alla Biennale di Venezia ed alla Triennale di Milano. Di nuovo nel 1950, 1954 e 1956 è presente alla Biennale di Venezia. Con Lucio Fontana, è uno dei firmatari del terzo "Manifesto dello Spazialismo" del 1950. L’opera, all’inizio degli anni Cinquanta, si incentra sulle “Spirali”: spazi da cui si generano raggi che si proiettavano fuori dalla bidimensionalità della tela, in linea coi principi del "Manifesto" spazialista. Noto anche all’estero, raggiunge New York, dove espone e conosce i surrealisti Max Ernst, Victor Brauner e Yves Tanguy. Le “Spirali” cambiano, divenendo più pesanti ed incisive, intrecciate tra di loro. Queste figure, sviluppate tra il 1954 e il 1956 vengono definite “Totem”. Nel 1955 inizia la produzione di opere polimateriche. L’anno successivo la ricerca viene sviluppata ulteriormente, con opere in ferro, bronzo, acciaio, ispirate al simbolismo primitivo. Con queste partecipa alla Biennale di Venezia del 1958. L’uso di materiali originali si amplia con l’amianto, il sughero, la carta di giornale e velina. La sua produzione viene esposta in una mostra itinerante che raggiunge il Giappone, gli Stati Uniti e l’Australia. Nel 1962 rimane vittima di un incidente di volo: è appassionato di acrobazia aerea. L’incidente lo costringe sulla sedia a rotelle per quasi un anno. In questa fase dipinge paesaggi con la tecnica polimaterica e con il consueto stile astratto. Nel 1967 lo stato della Rhodesia gli dedica un francobollo. L’anno successivo pienamente ristabilito, partecipa alle biennali di Venezia e Mentone. Nel 1972 muore durante un volo di preparazione ai Campionati Mondiali di acrobazia aerea.

QUOTAZIONI *
“Spirali”, 1950 olio su tela cm 150 x 130 - Milano, Sotheby’s 24/05/06 € 45.600
“Totem” , 1970 olio su cartoncino cm 50 x 70 - Milano, Sotheby’s 21/11/06 € 4.200
* E’ pressoché impossibile dare dei valori medi di mercato in quanto opere particolarmente significative possono raggiungere quotazioni estremamente elevate. A titolo esemplificativo indichiamo i valori di opere battute in asta pubblica.


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano