Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

DE CHIRICO Giorgio



Giorgio De Chirico (Volos, 10 luglio 1888 – Roma, 20 novembre 1978). Principale esponente della pittura metafisica, viene iscritto al Politecnico di Atene per lo studio della pittura. Nel 1905 si trasferisce a Monaco per proseguire gli studi. Segue i corsi dell’Accademia d’Arte senza però conseguire il diploma. Intorno al 1909, dopo aver letto i filosofi Nietzsche e Schopenhauer, comincia a delineare la poetica della metafisica. Un’arte che nasce da una struttura di pensiero capace di governare le emozioni e trasformare l’inconscio. Nel 1911 raggiunge il fratello Alberto a Parigi, conosce i principali artisti moderni, comincia a dipingere quadri con uno stile più sicuro, tentando un proprio cammino diverso dalle cosiddette avanguardie. Sente l’influenza di Gauguin e prendono forma le prime piazze d’Italia. Viene apprezzato da Picasso e Guillaume Apollinaire. Conosce il gallerista Paul Guillaume che gli compra tutta la sua produzione metafisica. Comincia a dipingere i suoi primi manichini. Negli anni di Parigi dipinge alcune opere fondamentali per la storia dell’arte del XX secolo. Nel 1919 cambia tipo di pittura e si lancia nel figurativo, di più facile comprensione. Tra il 1925 il 1929 vive di nuovo a Parigi. Negli anni ’30 avvia una ripetizione dei suoi antichi soggetti, piazze e manichini, talvolta retrodatandoli. Nel 1947 si trasferisce a Roma, in piazza di Spagna. Negli anni Conquanta la sua pittura è caratterizzata dai suoi autoritratti in costume barocco e da vedute di Venezia. Negli anni Sessanta traduce in scultura molti suoi soggetti metafisici e barocchi. Muore a Roma il 20 novembre del 1978.

QUOTAZIONI *
“Mobili nella valle”, 1927 olio su tela cm 135 x 100 - Londra, Christie’s 16/10/06 €1.337.920
“Lotta di cavalli in un paese”, anni ‘50 olio su tela cm 60 x 80 - Milano, Christie’s 28/11/06 €130.200
* E’ pressoché impossibile dare dei valori medi di mercato in quanto opere particolarmente significative possono raggiungere quotazioni estremamente elevate. A titolo esemplificativo indichiamo i valori di opere battute in asta pubblica.


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano