Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

DOVA Gianni



Gianni Dova (Roma, 1925 – Pisa, 1991). Si diploma nel 1945 a Milano all’Accademia di Brera, dopo aver seguito i corsi di Funi, Carpi e Carrà. Conosce e frequenta gli artisti che si riuniscono nei caffè letterari. Tra questi Renato Guttuso, Emilio Vedova, Renato Birolli, Ennio Morlotti, Bruno Cassinari e Giuseppe Migneco. Insieme a loro riconosce l’importanza dell’opera di Pablo Picasso: Guernica come simbolo della lotta degli artisti contro la barbarie. Nel 1946 aderisce al manifesto del Realismo oltre Guernica. Nel 1947 partecipa al Movimento Spazialista con Lucio Fontana, Roberto Crippa, ed altri. E’ tra i protagonisti di questo movimento e firma diversi manifesti tra il 1951 ed il 1952. Si accosta in seguito, al movimento della pittura nucleare con Enrico Baj e Sergio Dangelo. Le sue prime opere si ricollegano al surrealismo, integrato dalle reminescenze di Max Ernst. Nel 1962 partecipa alla selezione del premio Guggenheim a New York ed espone alla Biennale di Venezia. Sarà invitato di nuovo nel 1966 con una sala personale. Nel 1971 una retrospettiva a Colonia. Nel 1972 una grande mostra personale a Palazzo Reale di Milano e presso il Museo Gallierà di Parigi. Nel 1978 personale al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles e nel 1979 al Louisiana Museum in Danimarca. Da segnalare la mostre monografiche a Palazzo dei Diamanti di Ferrara nel 1980, l’antologica curata dal Comune di Messina nel 1982 e una personale a New York nel 2001. La sua cospicua produzione, spazia tra grafica, pittura, scultura, ceramica e decorazione murale.

QUOTAZIONI *
“Fondali 3”, olio su tela cm 80 x 100 - Milano, Sotheby’s 24/05/06 €10.800 “Nucleare”, 1953 olio su tela cm 90 x 70 - Milano, Finarte 19/12/06 €22.320 * E’ pressoché impossibile dare dei valori medi di mercato in quanto opere particolarmente significative possono raggiungere quotazioni estremamente elevate. A titolo esemplificativo indichiamo i valori di opere battute in asta pubblica.


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano