Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

GNOLI Domenico



Domenico Gnoli (Roma 1933 - New York 1970). Figlio della pittrice Annie de Garron e dello storico dell’arte Umberto Gnoli, ha in famiglia un’educazione artistica privata, approfondita successivamente alla scuola di C. A. Petrucci e F. Clerici. Dopo aver esposto dei disegni a Roma nel 1950 e a Bruxelles nel 1951, durante gli anni Cinquanta lavora come scenografo teatrale in Italia, a Londra e Parigi e come illustratore per diversi giornali. Dal 1955 al 1960 vive a New York, operando soprattutto come pittore. Nel 1964 inizia con dei lavori che gli sono particolarmente congeniali: grazie alla corrispondenza con il gusto e le tematiche della Pop Art, ottiene grande fama. Si dedica allo studio e alla riproduzione fedele dei particolari di oggetti quotidiani. Le trame di un tessuto, una cravatta, una tasca, una scarpa, una manica: raffigurazioni realistiche e fortemente ingrandite di dettagli minuti di corpi e capi di vestiario. Oggetti isolati dal loro contesto che preannunciano l’iperrealismo. Negli ultimi anni, realizza una serie di sculture in bronzo che riprendono, accentuandone la fissità "metafisica", alcuni motivi della sua pittura.

QUOTAZIONI *
“Cravatte”, 1968 bronzo con patina oro altezza cm. 68,7 - Londra, Christie’s 16/10/06 € 71.040
“Blue”, 1958 olio e sabbia su tela cm 90,2 x 70,05 - Londra, Christie’s 17/10/06 € 23.088
* E’ pressoché impossibile dare dei valori medi di mercato in quanto opere particolarmente significative possono raggiungere quotazioni estremamente elevate. A titolo esemplificativo indichiamo i valori di opere battute in asta pubblica.


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano