Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

MESSINA Francesco



Francesco Messina (Linguaglossa, 15 dicembre 1900 – Milano, 13 settembre 1995). Cresce e studia a Genova dove vive fino a 32 anni. Dal 1922 inizia ad esporre regolarmente le sue opere alla Biennale di Venezia, vincendo nel 1942 il premio scultura. Tra il 1926 e il 1929 partecipa alle esposizioni del gruppo artistico Novecento Italiano a Milano. Nel 1932 si trasferisce a Milano, dove ottiene, nel 1934 la cattedra di scultura all’Accademia di Brera di cui diviene, dopo solo due anni, il direttore. Negli anni trenta partecipa a molte importanti mostre internazionali: a Barcellona, Berlino, Berna, Goteborg, Monaco di Baviera, Oslo, Parigi, San Paolo del Brasile e Zurigo. Nel 1947 partecipa all’esposizione di scultura e grafica a Buenos Aires riscuotendo grande successo. Nel 1949 espose alla 3rd Sculpture International di Filadelfia assieme a Marino Marini e Picasso. Nel 1978 partecipa a due grandi mostre in Unione Sovietica presso il Museo Puskin di Mosca e l’Ermitage di Leningrado. Nel 1979 la Pinacoteca di Stato di Monaco di Baviera organizza una grande esposizione di scultura e grafica. Accademico onorario dell’Accademia delle Belle Arti dell’Unione Sovietica dal 1990. Tra le sue opere più significative ricordiamo: i Busti di Giacomo Puccini e di Pietro Mascagni per il Teatro alla Scala di Milano, il Monumento a Pio XI nel Duomo di Milano, il Monumento a Pio XII nella Basilica di San Pietro a Roma e il Cavallo Morente al Palazzo RAI di Roma.

QUOTAZIONI *
“Figura femminile”, 1928/30 bronzo h 46.5 cm - Milano, Sotheby’s 21/11/06 €4.800
“Danzatrice”, 1973 bronzo cm 44 x 27x25,5 - Milano, Sotheby’s 21/11/06 € 22.800
* E’ pressoché impossibile dare dei valori medi di mercato in quanto opere particolarmente significative possono raggiungere quotazioni estremamente elevate. A titolo esemplificativo indichiamo i valori di opere battute in asta pubblica.



.jpg
 Ingrandisci

Danzatrice - Collezione Fondazione Cariplo

© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano