Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

NOVELLI Gastone



Gastone Novelli (Vienna, 1925 – Milano, 1968). E’ uno dei grandi protagonisti delle avanguardie degli anni Cinquanta e Sessanta. Nel 1947 a Zurigo incontra Max Bill ed inizia l’attività grafica influenzato dal neocostruttivismo. Nello stesso anno viene allestita la I mostra di Arte Astratta e Concreta a Palazzo Reale a Milano e a Roma si redige il manifesto "Forma 1". Questi due eventi saranno significativi per lui. Nel 1948 parte per il Brasile e inizia la produzione di ceramiche e di oggetti d’arte applicata. Del 1949 è la prima personale al Teatro Sistina di Roma. Tra 1950 e 1954 insegna Design all’Istituto Superiore del Museo di Arte Moderna di San Paolo del Brasile. Le opere di questi anni sono caratterizzate dal rigore geometrico. Espone alle Biennali del Museo di San Paolo nel 1951 e nel 1953. Nel 1955 si stabilisce a Roma. Conosce Cagli e Afro. La sua evoluzione si sviluppa dall’astrazione di ambiente romano del gruppo Forma 1, fino a raggiungere un suo personale linguaggio. Espone alla VII Biennale di San Paolo del Brasile. Nel 1957 analizza la “Nuova Figurazione”, intesa come superamento dell’informale. Si dedica, contemporaneamente a Burri, ad una ricerca sulla materia, adoperando gesso e sabbia. Nelle tele vela di bianco le forme, ora non più geometriche, e si sposta verso un linguaggio fatto di segni e scrittura. Diventano più stretti i contatti con i pittori americani, De Kooning, Rauschenberg e Pollock. Tra 1961 e 1962 con Bemporad, Fontana, Dorazio, Perilli, Pomodoro e Turcato partecipa alle mostre di "Continuità". Questi artisti cercano di uscire dalle spirali dell’informale. Sempre del 1961 è la prima personale a Parigi. Espone alla Biennale di Tokyo ed a New York. Nel 1964 una sala alla Biennale di Venezia e antologica a Friburgo, a cui segue, nel 1965, una personale a New York. Nel 1967 espone a Venezia, Torino e Genova. Il 1968 è l’anno in cui, assieme ad altri artisti, si rifiuta di esporre per motivi politici alla Biennale di Venezia rovesciando le proprie tele contro le pareti. Gli viene dedicata un’importante antologica alla Civica Galleria d’Arte Moderna di Torino nel 1972.

QUOTAZIONI *
“Per un murale”, 1957 olio e tecnica mista su tela cm 50 x 60 - Vercelli, Meeting Art 17/06/06 €39.600
“Sol”, 1961 olio e smalto su tela cm 100 x 80 - Milano, Christie’s 28/11/06 €105.400
* E’ pressoché impossibile dare dei valori medi di mercato in quanto opere particolarmente significative possono raggiungere quotazioni estremamente elevate. A titolo esemplificativo indichiamo i valori di opere battute in asta pubblica.


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano