Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

VIANI Lorenzo



Lorenzo Viani (Viareggio, 1 novembre 1882 – Ostia, 2 novembre 1936). Nel 1904 viene ammesso alla Libera Scuola di Nudo all’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove segue il corso di Fattori, dimostrando insofferenza per le discipline accademiche. Successivamente espone alcuni disegni alla VII Biennale di Venezia, che avviano la leggenda del pittore dell’orrido e della miseria. La sua dimensione pittorica è concentrata sull’uomo, la cui esistenza è caratterizzata dalla miseria, dall’ingiustizia e dalla sofferenza, con una forte componente autobiografica. All’inizio del 1908 si reca a Parigi, dove ha modo di visitare la retrospettiva di Van Gogh. Il soggiorno, a lungo desiderato, si rivelerà denso di difficoltà economiche e di solitudine, ma comunque positivo per le esperienze e i personaggi conosciuti. Nel 1915 espone al Palazzo delle Aste di Milano: la mostra si avvia in una cornice di mondanità e riscuote consenso di pubblico e di critica. Nel 1928 espone 11 opere alla XVI Biennale di Venezia. Incominciano i primi attacchi di asma, malattia che non lo abbandonerà più. Proprio nel momento meno felice per la sua salute, diventa un artista conosciuto in tutta Italia e le sue esposizioni sono luogo di incontro per un pubblico colto ed internazionale. Partecipa con successo alle Biennali di Venezia e a varie serate futuriste. La sua personale a Palazzo Paolina di Viareggio è inaugurata da Marinetti. Espone nel 1931 alla I Quadriennale di Roma e addirittura Mussolini dimostra interesse per le opere e per l’autore. Lavora con grande fervore ai pannelli per la stazione ferroviaria di Viareggio. E’ presente con una sua personale a Firenze e alla II Quadriennale di Roma. Nel 1936 gli vengono commissionate una serie di opere per il Collegio di Ostia. Dopo un lavoro frenetico, senza sosta di parecchi giorni, non farà in tempo a partecipare all’inaugurazione: colpito da un forte attacco d’asma, muore ad Ostia stroncato da un collasso cardiaco.

QUOTAZIONI *
“Baraccamenti”, 1935 olio su compensato cm 84,5 x 59 - Prato, Farsettiarte 06/05/06 €15.730
“Temporale”, 1932 olio su tavola cm 84,5 x 60 - Prato, Farsettiarte 27/05/06 €61.000
* E’ pressoché impossibile dare dei valori medi di mercato in quanto opere particolarmente significative possono raggiungere quotazioni estremamente elevate. A titolo esemplificativo indichiamo i valori di opere battute in asta pubblica.


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano