Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

TURCATO Giulio



Giulio Turcato (Mantova, 16 marzo 1912 – Roma, 22 gennaio 1995). Nel 1937 si stabilisce a Milano, dove si ammala, riuscendo comunque ad allestire la sua prima mostra personale. Nel 1942 esordisce alla XXIII Biennale di Venezia e nel 1943 a Roma, partecipa alla IV Quadriennale Sottoscrive insieme a Guttuso e Monachesi un Manifesto del Neocubismo. Si reca a Parigi, restando fortemente impressionato dal lavoro di Magnelli, Picasso e Kandinkij. Il 15 marzo 1947 firma a Roma con Accardi, Attardi, Consagra, Dorazio, Guerrini, Perilli e Sanfilippo il manifesto Forma1. Nell’estate dello stesso anno partecipa alla prima mostra del "Fronte Nuovo delle Arti"; l’esposizione costituisce la sua adesione ufficiale al movimento. Nel 1948 compie viaggi a Venezia ed in Polonia; partecipa alla V Quadriennale di Roma e alla Biennale di Venezia. Nel 1950 soggiorna di nuovo a Parigi. Con opere ispirate a tematiche sociali partecipa alla Biennale di Venezia. Nel 1952, con Afro, Birolli, Corpora, Moreni, Morlotti, Santomaso e Vedova, entra a far parte del "Gruppo degli Otto", con cui espone alla Biennale di Venezia. Espone ancora singolarmente nel 1954, nel 1958 e in varie altre edizioni con una sala personale. Nel 1956 compie un viaggio in estremo Oriente passando per Mosca fino a giungere in Cina, dove espone con Sassu ed altri alla mostra Cinque Pittori italiani in Cina. Notevole, nel corso del 1957, l’interesse della critica per il suo lavoro. Nel 1959 è presente alla seconda edizione di Documenta a Kassel. A partire dal 1960 espone con Novelli, Perilli, Dorazio, Consagra, Bemporad, Giò e Arnaldo Pomodoro alle rassegne intitolate ”Continuità”. Nel 1965 partecipa alla Quadriennale di Roma vincendo il premio della Presidenza del Consiglio. Nel 1973 la città di Spoleto gli dedica una mostra antologica. Nel 1984 si inaugura al Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano la sua mostra personale. Nel 1987 partecipa alle rassegne storiche dedicate a Forma 1 a Bourg-en-Bresse e a Darmstad. In seguito ad una crisi respiratoria, muore a Roma il 22 gennaio 1995.

QUOTAZIONI *
“Grande reticolo”, 1957 olio su tela cm 159 x 260 - Milano, Christie’s 28/11/06 €251.175
“Insetti”, 1965 olio su tavola cm 120 x 85 - Milano, Porro 05/12/06 €15.860
* E’ pressoché impossibile dare dei valori medi di mercato in quanto opere particolarmente significative possono raggiungere quotazioni estremamente elevate. A tipo esemplificativo indichiamo i valori di opere battute in asta pubblica.


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano