Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

CESCA Bruno



Biografia

Bruno Cesca nasce a Corridonia, nelle Marche, nel 1946. Lì svolge l’attività di fotografo per oltre un ventennio.
Trasferitosi a Milano si riavvicina alla pittura vista come sperimentazione, sia di materiali che di tecniche. Legno, cartoncino, carta, tela, colori a olio, tempera, inchiostri tipografici, carboncino, matita, pennelli, spatole, ditate a mani nude: tutto ciò gli permette di convogliare le sue emozioni attraverso il canale espressivo. Vede intorno a sé un’armonia che, filtrata attraverso i suoi stati d’animo, si esterna in contorte espressioni cromatiche, forse di difficile lettura per un estraneo, ma di sicuro impatto visivo ed emozionale.
Attualmente vive e lavora a Pieve di Soligo.
Dott.ssa Teresa Bernardi

NOTE CRITICHE
Nativo delle Marche, Bruno Cesca nel periodo in cui risiede a Corridonia è impegnato nell’attività fotografica. Successivamente, dopo il trasferimento a Milano, Cesca “ricrea” un cammino artistico-pittorico ove si avvicendano sperimentazioni di varie tecniche. L’emozione così si manifesta attraverso le sue opere e nasce una singolare “connessione” tra il suo lavoro artistico e il pubblico. La tecnica che si differenzia di frequente, evidenzia il desiderio del pittore di creare un linguaggio musicale sublime. Nascono così “schemi compositivi” emozionali. Le potenzialità del suo verbo singolare paiono infinite e compongono un’ideale melodia che gli consente di accostarsi a variazioni tonali singolari. In alcune opere in particolare si può intravedere un dualismo che richiama talvolta una condizione di “espansione coloristica” tal’altre un simbolismo informale-astratto apparentemente più rigoroso. Così nascono equilibri mai statici, anzi in continuo divenire e il colore rappresenta un elemento non solo fortemente visibile ma palpabile, colmo di matericità; ogni tocco è ricco di un’energia luminosa. Se si guardano le opere di Cesca cercando di avvertire vibrazioni emozionali, si nota come ci si addentri in confini ove i “sensi” come il tocco e la vista si presentano come colori dell’animo. Le linee vibrano in un insieme di emozioni recondite, con elementi che creano mistero tra una realtà più evidente e un’irrealtà richiamante l’ignoto. Sussiste di frequente una fusione tra il visibile e il misterioso; i colori si accendono di luce viva che va oltre il mondo del visibile.Bruno Cesca si avvale di un’importante padronanza espressiva e nella realizzazione delle sue opere si pone in una rara empatia con il pubblico. Le creazioni dell’artista rivelano un desiderio di “armonia interiore” che si protende verso l’infinito.
SILVIA FERRARA

(…) C’è molta ricchezza di espressione nelle sue opere e un grande lavoro nell’inconscio che lo porta a far emergere i suoi più reconditi stati d’animo, senza che l’autore miri ad essi. Il suo sembra un lavoro uscito dallo studio del postmoderno, non c’è predeterminazione in quello che fa, c’è ancora una ricerca costante di espressione. Osservando le sue opere trovo che restano sempre interpretabili, e chi guarda si autoconosce attraverso di esse e rilegge se stesso attraverso ciò che Cesca ha raggiunto con il colore e le forme. Insomma queste opere promuovono la ricerca dell’identità in chi guarda, sollecitano l’autocoscienza dello spettatore e al tempo stesso quella dell’autore. Le opere incompiute suggeriscono allo spettatore una conclusione propria, personale. Il lavoro stesso si autocompleta. Resta incluso nella ricerca che si fa, la scoperta di ciò che si vuole esprimere. Nel compiere l’opera c’è, da parte di Cesca, un progetto nascosto che si rivela pian piano e rivela a se stesso il punto d’arrivo, operando. Certe opere mi riportano certi stati d’animo presenti in me quando scrivo, anch’io quando inizio a comporre una poesia non so come finirò, dove mi porterà… C’è, nel lavoro di Cesca, parecchia vitalità sperimentale che si volge inconsciamente verso un progetto.
Andrea Zanzotto

Numero di telefono: 348.7602126
Indirizzo: via garibaldi 66 31053 Pieve di Soligo (TV)
mail: bruno.cesca1@ libero.it


QUOTAZIONI *
*Quotazioni riferite dall’artista:
Titolo: “Fuga centripeta”- olio su tela - 50 x 60 – quotato € 2.000
Titolo: “Lo scglio”- olio su tela - 30 x 40 - quotato € 1.500
Titolo: “Quando il silenzio si fa buio” - olio su tela - 350 x 150 – quotato € 4.000
Titolo: “Ambiguità” - tecnica mista su tela - 60x80 – quotato € 1.500
Titolo: “Autoritratto” - olio su carta telata - 50x70 – quotato € 1.200
Titolo: “Sussurranti scie” - olio su tela - 60x80 – quotato € 1.500
Titolo: “L’Eremo” - olio su tela - 40x50 – quotato € 2.000
Titolo: “Psiche(s)velata” - olio e materiali su tela - 50x60 – quotato € 2.000
Titolo: “Terra natia n.2" - olio su tela - 60x80 – quotato € 1.500
Titolo: “Sul blu” - olio su carta operata - 60x80 – quotato € 2.000


Otto Sguardi d`Autore 2014

Artisti a Villa Clerici Bruno Cesca


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano