Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

STEFANELLI Paolo



Paolo Stefanelli nasce a Domodossola nel1962. Lavora per vent’anni nell’ambito della grafica pubblicitaria e dal 2009 sceglie di dedicarsi totalmente alla pittura: nello stesso anno ha dunque inizio la sua attività espositiva. Attraverso una nuova forma di realismo Paolo Stefanelli dipinge ciò che vede del suo mondo, in continua trasformazione ed evoluzione. Le sue opere sono realizzate con una tecnica personale, attraverso l’utilizzo di colori acrilici.. Le opere assumono un aspetto quasi materico e l’osservatore resta affascinato dalle atmosfere oniriche che le pervadono. Ogni quadro nasce da sensazioni e fantasie che hanno origine dalle visioni e dalle passioni di Stefanelli che -come recita il nome del sito Sognisutela- si concretizzano per essere condivise. Paolo crea e dipinge “sotto l’influenza della musica”, e, se nelle sue prime opere l’artista si cimentava con chiare influenze della pop-art, ora la sua creatività appare più completa ed interrelata con il mondo circostante. Paolo Stefanelli ha esposto in varie mostre personali e collettive.
Tra i premi ricordiamo Menzione concorso il Segno 2009- Galleria Zamenhof Milano, Diploma d’onore e Menzione Speciale al Premia amalfi 2011 – Antichi Arsenali di Amalfi, Premio Speciale della Critica “FESTIVAL INTERNATIONAL DE PEINTURE - EDITION 2011”- La Fertè Bernard (Francia), Primo Premio del European Confederation of Art Critics – Biannale di Chianciano 2011, Biennale di Londra 2015 – 3 CLASSIFICATO Premio Anglo Italian Academy of Art Award - ARACNE- ARTI PER LA CITTA’ - 2a EDIZIONE 2015 –ROMA – vincitore sfide mensili.
Sue opere sono presenti in collezioni private nazionali e internazionali.

Attività espositiva:
2015
• Aracne – ARTI PER LA CITTA’– Roma – Vincitore sfide mensili
• Biennale di Londra – 3 CLASSIFICATO Premio Anglo Italian Academy of Art Award
2014
• SPACESCAPE, dal 20 dicembre al 9 gennaio - Ostuni.
• 8 sguardi d’autore – Milano Museo Arte e scienza Milano – Ottobre 2014 – a cura dell’Enciclopedia dell’arte Italiana
2013
• Menzione speciale per eccellenza artistica alla Biennale di Chianciano;
• Borsa di studio St. Moritz Art Academy – estate 2013
• Mostra Personale Villa Morando – Brescia
2012
• Premio Internazionale Chianciano Arte 2012 – menzione speciale dalla giuria dell’ECAC – European Confederation of Art Critics • “CONFRONTI SENZA FRONTIERE” a cura di GIORGIO PALUMBI – Roma – dal 30 marzo – 25 aprile 2012
2011
• “Miti e riti” Castello dell’Ovo – Napoli
• Biannale di Chianciano 2011 – Primo Premio – European Confederation of Art Critics Award -
• “FESTIVAL INTERNATIONAL DE PEINTURE – EDITION 2011”- La Fertè Bernard (Francia) – Premio Speciale della Giuria,
• Premia amalfi 2011 – Antichi Arsenali di Amalfi – Menzione Speciale
• Premio Internazionale Spoleto Festival Art 2011
• Arte Contemporáneo Italia-España La Reflexión del hoy» Instituto Egipcio – Madrid a cura di Joan Lluís Montané
• Galleria Zamenhof, Milano – Collettiva POST-AVANGUARDIE cura di Paolo Levi e Virgilio Patarini
• Bibliografia: Europa in Arte – Platinum Collection
2010
• 5° Biennale di Ferrara – Chiostro di S. Anna – Ferrara
• Finalista al concorso “L’aperitivo illustrato” – Pesaro
• Pisa – Mostra Personale presso la Galleria Centro Arte Moderna- a cura di Massimiliano Sbrana
• Mostra Collettiva POST-AVANGUARDIE cura di Paolo Levi e Virgilio Patarini – Sezione Altri Realismi, FERRARA – MASSA – LECCE
• Atelier Chagall – MILANO – Mostra personale – A cura di Valentina Carrera e Virgilio Patarini
2009
• REALISMI PARALLELI – galleria ZAMENHOF Milano – Collettiva A cura di Davide Corsetti
• Finalista Concorso “IL SEGNO” – Milano Galleria ZAMENHOF

DICONO DI LUI:
Paolo Stefanelli: sogni, essenze, viaggi onirici
Paolo Stefanelli si distingue per l’onirismo, la diversità dei mondi, la forza della capacità di trasformare i sogni in realtà, desideri e aneliti. Le sue creazioni pittoriche giocano costantemente con l’emblematicità della posizione interessata a una varietà di alternative, partendo da soggetti che si ripetono ma che, al contempo, possono e, di fatto, riescono a dimostrare posizioni diverse e complementari al tempo stesso. Sogni e aneliti che rappresentano le sue ambizioni e desideri. A volte si impongono i suoi desideri, le sue ansie di concretizzare le proprie pretese, ricercando e desiderando l’interesse sensuale verso un’esistenza ludica. Presenta un evidente dialogo tra la persistenza della memoria a lungo termine e quella a breve termine, intesa come fondamento specifico di un atteggiamento che va oltre a ciò che è, muovendo dall’esistenza della presenza e dell’essenza di ciò che è importante. L’esistenza della presenza significa l’Io cosciente ed egoico, l’Io che vuole ottenere, riaffermarsi nelle conquiste, nelle facoltà del trionfo o del possesso, mentre l’essenza di ciò che importa implica di possedere la sagacità sufficiente a superare l’ego, abbandonando il percorso di autoaffermazione esterna, ricercando i metodi necessari ad approfondire in modo chiaro il proprio labirinto interiore, percorrendo il sentiero del sentimento. Poi, dopo un po’ di tempo, si inoltra nel sentiero della rinuncia e della ricerca della spiritualità più profonda, quale vero motore del mondo. Ciò che lo stimola è ciò che lo preoccupa, ma lo trasforma in anelito, non ossessione. Intende il sogno come capacità creativa di aggirare i problemi, immergendosi fino alla vera miscela dell’esistenza a partire da ciò che esiste di per sé, per poi definire ciò che è anche per volontà altrui. Esistono diverse energie, volontà e opinioni, ma prevale sempre l’essere di ogni cosa esistente. Mescola e combina sogni con aneliti, fantasia e realtà, partendo proprio dagli aneliti per riuscire a dare forma a ciò che desidera, ovvero alla consistenza della presenza nell’essenza della quotidianità. Surrealista, viaggia e ritorna al punto di ritorno nelle sue idee, combina elementi allegorici, la sua capacità simbolica, la sua inclinazione al dettaglio con la suggestività dell’onirico allo stato puro. In questo senso utilizza l’allegoria per approfondire i sogni, ricercando il punto di connessione di entrambi i concetti perché in fondo crede che siano il risultato di un atteggiamento radicato nel fatto che ciò che esiste è ciò che davvero conta in tutti gli ordini. L’esistenza stessa garantisce il cambiamento degli ordini emotivi, mentali e spirituali. La capacità di essere in tutti gli ambiti, oltre a quello fisico, è ciò che realmente motiva Paolo ad approfondire le opere che descrive, guardandole dal punto di vista del disegno, del dettaglio, dove la partecipazione cromatica è fondamentale nel senso di portare la necessità di un accordo oltre quanto è convenzionale. Cerca di raccontare ciò che ci preoccupa in modo pacato, mantenendosi sempre coerente con se stesso e con gli altri.
Joan Lluís Montané Asociación Internacional de Críticos de Arte (AICA)

Sito web:
www.sognisutela.it
www.gagliardigallery.org (London)


QUOTAZIONI *
*Prezzi riferiti dall’Artista
A partire da € 1.000

Sito web: www.sognisutela.it


33.jpg
 Ingrandisci

AGONISMO DELL`ASSEMBLAGGIO UMANO N° 2 - 175X130
35.jpg
 Ingrandisci

ASSEMBLAGGIO UMANO N° 1 - 140X97
36.JPG
 Ingrandisci

CRUCILISMO GENERANERAZIONALE - 2014 - 100X70
37.jpg
Ingrandisci

FECONDAZIONE DELL`ASSEMBLAGGIO UMANO - 130X100
38.jpg
 Ingrandisci

LA FAMIGLIA DEL NUOVO WURMIANO - 142x119.jpg
40.JPG
 Ingrandisci

PARAGENESI CAOTICA alle ore 17 di febbraio 2013 - 125x100
41.JPG
Ingrandisci

PARAGENESI CON TENSIONE GASSOSA - 2014 -150X100
42.JPG
 Ingrandisci

paragenesi ciclistica - 115x85 - 2014
43.JPG
 Ingrandisci

Paragenesi della competizione sentimentale - 130x100 -2014
44.jpg
Ingrandisci

saxo-fobia - 2013
45.JPG
 Ingrandisci

TUFFO NELLA PARAGENESI - 120X80

Otto Sguardi d`Autore 2014

Artisti a Villa Clerici Paolo Stefanelli


© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano