Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

RONDINE Cinzia Giulia



Nata a Milano nel 1960. Consegue nel 1979 il diploma di Maturità Artistica a Milano. Nel 1977 partecipa alla quinta biennale degli studenti. Consegue nel 1982 l’idoneità al corso triennale di “Architettura d’interni” presso l’Istituto Europeo di Design – Scuola Superiore di Comunicazione di Milano.
Ha frequentato nel Luglio 1982 i Corsi Estivi Internazionali di Pittura e Ceramica presso l’Accademia delle Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia conseguendo successivamente il diploma . Frequenta nel 1982 – 1983 la bottega artistica di Antonio Folichetti per la decorazione della ceramica a Deruta . Poi la sua vita prende altre strade fino al 2008 quando riprende in mano colori e pennelli frequentando i corsi di decorazione pittorica presso l’Istituto d’Arte Bernardino di Betto di Perugia; nel 2009 consegue il diploma di Maestro d’arte.

Nel 2011 partecipa ad alcuni concorsi:
Premio Combact 2011,
Premio Arte 2011 Cairo editore,
Premio Salerno in Arte concorso nazionale di pittura ,design e narrativa,
Premio Nocivelli 2011 e Premio Kosmos 2011.

Sempre nel 2011 partecipa ad alcune mostre di Pittura collettiva:
Rassegna di Montefalco Cultura itinerante,
VII edizione a Città di Castello Premio Cavallo nell’artigianato e nell’arte 2011,
Ecomondo a Rimini,
Battipaglia con la mostra Rifiuti in cerca d`autore e Fucecchio con la mostra Premio Kosmos.
2012 2013 mostra collettiva Spoleto Donne e Arte, Mostra arte e vino e Spoleto festival Art
2012 E 2014 Biennale collettiva Unitre Perugia
2013 mostra collettiva Minimetrò Perugia
2015 Collettiva Collestrada Perugia

Le opere spaziano in prevalenza tra nature morte, paesaggi ma talvolta la ricerca volge lo sguardo verso i mestieri e i ritratti.
In questa scelta di pittura controcorrente le nature morte, i paesaggi diventano il sogno disperato di dominare l’abisso del nulla e l’essere nel mondo; ogni tela o tavola diventa così espressione di momenti di crisi nascoste e allora le inquadrature statiche degli oggetti sembrano prendere vita . La disposizione degli oggetti nella composizione crea un equilibrio tra i vari elementi e la tavolozza diventa più acuta, precisa e realistica nella precisione dei dettagli. Nelle nature morte l’esecuzione con l’olio è volutamente levigata, senza impasti, luci e ombre avvolgono gli oggetti e in alcuni casi Il buio si fa spazio nella profondità dello sfondo per far emergere il colori dei primi piani . Nei paesaggi, là dove spesso i colori a tempera e acrilici fanno da padroni, dominano le profondità e gli elementi architettonici del passato spiccano tra i verdi come a voler significare che dal giorno buio all’improvviso si fa strada la luce più bella.


QUOTAZIONI *
*Quotazioni riferite dall’Artista
Nature morte da un minimo di 200,00 euro a un massimo di 1000,00 euro.
I paesaggi ed altri soggetti da un minimo di 300,00 euro a un massimo di 800,00 euro



42.jpg
 Ingrandisci

Castello di Petroia (olio su tavola)
43.jpg
 Ingrandisci

Il cibo seme della vita (olio su cartone telato)
44.jpg
 Ingrandisci

Il mondo delle fiabe (olio su tela)
45.jpg
Ingrandisci

Il pescatore e il mare (tempera e olio su tela)
46.jpg
 Ingrandisci

Il tricolore e le testimonianze (olio su tela)
47.jpg
 Ingrandisci

L`amicizia (olio su tela)
48.jpg
Ingrandisci

Movimenti armonici (olio su tela)
49.jpg
 Ingrandisci

Nettare di frutta (olio su tela)
50.jpg
 Ingrandisci

Ritratto (olio su tavola)
51.jpg
Ingrandisci

Uno scatto per sempre (olio su tavola)
52.jpg
 Ingrandisci

Paesaggio lacustre (olio su tela)

© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano