Enciclopedia d'Arte Italiana
ELENCO ARTISTI:
A
B
C
D
E
F
G
H
I
J
K
L
M
N
O
P
Q
R
S
T
U
V
W
X
Y
Z
Ricerca 
english

GOBBO Enzo



Enzo Gobbo è autodidatta e nasce nel 1994 come pittore e nel 2000 scopre la passione per la scultura. I quadri si ispirano perlopiù a paesaggi montani ed in particolare alle Dolomiti. Infatti, è affascinato dai colori, dal profumo del bosco e dalle ampie vallate. Sono queste suggestioni che, attraverso la tavolozza vengono proposte in una vera esplosione di colore. Eldar, pittore afgano, nel 1995 ha risieduto nella casa dell’artista impartendogli vari insegnamenti nel campo dell’arte pittorica e scultorea. Attualmente l’artista sta lavorando ad un grosso progetto di sua ideazione, ossia creare in un bosco di propria proprietà, il “Parco leggenda Casera Zorzi”, in onore di un personaggio storico del paese di Pecol, (BL), e dedicarlo a tutti i personaggi noti e famosi del mondo che hanno contribuito alla crescita culturale-artistica, scientifica e nel campo della solidarietà. I personaggi saranno raffigurati con la propria testa unita al corpo della civetta, emblema turistico del comprensorio del Civetta, (BL). Il bosco ospiterà opere dell’artista e di altri scultori provenienti da tutto il mondo. Il programma prevede in futuro manifestazioni artistiche sia pittoriche che scultoree. Gobbo è presente nella panoramica internazionale ed è riconosciuto dalla critica e apprezzato dai fruitori.

Curriculum
PIRANO Piazza Tartini Concorso Extempore anni DAL 1990 AL 2011
COSEANO Concorso Extempore anni dal 1994 al 2011
SIMPOSI di scultura Isola d’ELBA partecipazione dal 1996 AL 1999
LENDINARA (RO) Extempore di pittura e scultura 2010 - 1 PREMIO SCULTURA
Sharjha-Uae Emirati Arabi, Concorso Internazionale: “Pennello d’oro” 2010 e 2013
UDINE, 4° Circoscrizione sede di Cussignacco (Ud) mostra personale con l’artista Federica Rampazzo 2012 .
ALLEGHE 1 SIMPOSIO INTERNAZIONALE scultura Del LEGNO 2011
COLLETTIVE IN EUROPA,
austria, germania, russia in collaborazione con l’Associazione UPA E IN AMERICA, Chicago
2010 Grado Auditorium
Grado 2012- Villa Mabulton Chiasiellis (Ud) Paesaggi del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l’Associazione Artistica “QuadranteArte”,
ALLEGHE (BL)

Mostre personali
Hotel Savoia, 2012
Caffè Alleghe, 2008
PINIDELLO (Tv)
PORTOROSE Albergo Lucia, mostra personale, 1998-2002-2003
I TITOLI DELLE MOSTRE SONO OMAGGI ALLE DOLOMITI

SCULTURA CENNI CRITICI
Enzo Gobbo pittore e scultore bellunese è legato profondamente alla natura che lo circonda e alle essenze che essa dona. Le sculture eseguite in legno di ciliegio, cirmolo e pero esprimono un modo del tutto personale di fare scultura e la sua missiva è quella di destinare ai fruitori l’opera di salvaguardia dell’ambiente che lo circonda. Le sculture eseguite perlopiù in legno, materia eternamente viva, incostante e imprevedibile, sotto la sua guida esperta, accetta di essere sagomato attraverso una modellazione precisa e ponderata, raggiungendo stadi di informazione altamente comunicativi, nei quali lo scalpello scorre e incide in modo carezzevole e al tempo stesso deciso, cosicché le peculiarità morfologiche della materia si prospettano quali componenti tipiche del suo idioma. Gobbo rappresenta ciò che a lui ha dato un’emozione o evoca un personale ricordo, per questo il suo legame nei confronti del mare o il semplice affetto che nutre per il suo gatto domestico, diventano i soggetti principali del suo percorso scultoreo; tali temi così sviluppati si contraddistinguono per autenticità e spontaneità e l’artista raggiunge una personale e avvincente armonia nel e con il mondo. Euforia leggera quella di Gobbo protesa a raccontare sogni e catturare memorie per respirare nella materia i pensieri dell’essere e dar forma ai personali silenzi.
Raffaella Ferrari

PITTURA cenni critici
A volte per trovare spunto e inizio per sviluppare arte non occorre cadere in complicati ragionamenti o autoanalisi profonde, ma basta affacciarsi fuori dalla porta di casa per essere invasi e rapiti da ciò che la natura ci offre. Con la natura Enzo Gobbo sviluppa il suo ideale estetico e sviscera, a mezzo della pittura ad olio, fraseggi e gallerie inesauribili restituente le amate montagne e scorci di paesaggi accarezzati da profonda emozione e stupore personale. L’artista sfoggia e destina un dialogo nascosto di silenzi e suoni propri delle montagne, dove la luce, l’aria cristallina e i profumi, sono una sorta di lettura intradermica di ciò che il soggetto rappresentato è e di ciò che è rimasto nella “pelle” dell’artista ogni qualvolta egli s’avvicina al soggetto poi ritratto.
Raffaella Ferrari


QUOTAZIONI *
Quotazioni certificate dall’Accademia Urbis et Artis
euro 1.000 (mille) a euro 12.000 (dodicimila)



10.jpg
 Ingrandisci

11.jpg
 Ingrandisci

12.jpg
 Ingrandisci

.jpg
Ingrandisci

Enzo Gobbo, Polpopoul, Legno Cirmolo, 38x110x50, 2013, quotazioni euro 2376
0.jpg
 Ingrandisci

Enzo Gobbo
3.JPG
 Ingrandisci

Enzo Gobbo, Leonardo, cirmolo,41x33x33, 2012, quotazione euro 1284
4.JPG
Ingrandisci

Enzo Gobbo, Polpo, legno cirmolo, 40x28x30, 2012, quotazioni euro 1176
5.JPG
 Ingrandisci

Enzo Gobbo, Immagine di Zoppè, Tecnica mista olio e smalti, 30x25, 2012, quotazioni euro 550
6.JPG
 Ingrandisci

Enzo Gobbo, Magia d`autunno dolomitica, tecnica mista, 80x100, 2011, quotazione euro 1800
7.jpg
Ingrandisci

Enzo Gobbo, Magica Civetta, tecnica mista olio e smalti, 50x40, 2012, quotazione euro 900
9.jpg
 Ingrandisci

Enzo Gobbo, tritone, marmo,240x90x80 , 2010, quotazione euro 8000

© 2013 Enciclopedia d'Arte Italiana. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.Credits Joy ADV Milano